IL WWF SCRIVE AL SINDACO E AL CONSIGLIO COMUNALE SU VERDE URBANO

L’Amministrazione approvi subito le varianti al PRG chieste dalle Associazioni per il verde del Parco Uditore e della ex Villa Turrisi

Pubblichiamo la lettera inviata

Palermo, 12.12.2012
Al Sig. Sindaco di Paleremo Prof. Leoluca Orlando
e p.c. dott. Salvatore Orlando Presidente del Consiglio comunale di PALERMO
arch. Alberto Mangano Presidente della Commissione urbanistica del Comune di PALERMO
Prof. Giuseppe Barbera Assessore alla vivibilità del Comune di PALERMO
Prof. ing. Tullio Giuffrè Assessore alla pianificazione territoriale del Comune di PALERMO

OGGETTO: Linee Guida del nuovo PRG e Piano Particolareggiato “Via Trabucco”

Sig. Sindaco,
facciamo riferimento all’adozione del P.P. in zona D2 denominato “Via Trabucco”, all’ordine del giorno del Consiglio comunale del 13.12 p.v. , argomento sul quale è stato già emesso un comunicato dal Forum delle Associazioni Palermo che alleghiamo in copia.

Anche noi come WWF Palermo abbiamo accolto con speranza le parole pronunciate da Lei durante la presentazione delle linee guida del nuovo PRG. Esse affermavano finalmente un principio che tutti auspicavamo da tempo: fermare il consumo del territorio, riqualificare l’esistente, salvaguardare le aree verdi residue scampate al dissennato abuso edilizio degli anni passati.

Ci aspettiamo allora che codesta Amministrazione dia dei segnali tangibili del cambiamento:

· Adottando sin d’ora la buona prassi di consultare le Associazioni Ambientaliste ogni qualvolta si affrontino casi di variante al PRG che prevedano cambi di destinazione d’uso del verde agricolo. Noi non siamo contrari per principio che la destinazione d’uso possa anche cambiare in caso di situazioni particolari come aree intercluse e ormai non più utilizzabili come arre per giochi o piccoli, ma vorremmo che ciò avvenisse nella più totale trasparenza e partecipazione di tutti e che nel bilancio complessivo del territorio si vada comunque verso un incremento del verde.

· Discutendo una proposta di variante al PRG che prevede la variazione della destinazione d’uso da verde agricolo a verde pubblico di un’area attorno alla ex Villa Turrisi – Colonna. Tale richiesta giace da anni presso codesta Amministrazione, negli Uffici dell’Urbanistica, è stata presentata da un gruppo di associazioni e supportata da tremila firme di cittadini Palermitani ed aspetta da troppo tempo di essere approvata.

· Legittimando l’esistenza del Parco Uditore, recentemente inaugurato, con un’opportuna variante, essendo l’area a tutt’oggi destinata a servizi ed in particolare al Centro Direzionale Regionale.

Sarebbe un chiaro segnale della volontà dell’Amministrazione di mantenere le promesse fatte, portare in Consiglio Comunale varianti all’attuale PRG con atti che tutelino il poco verde urbano rimasto per non dare false aspettative agli speculatori.

Le chiediamo pertanto, che l’Amministrazione già adotti di fatto i principi delle linee guida del PRG anche per gli iter amministrativi in corso e che quindi anche l’adozione del P.P. “Trabucco” venga vagliata secondo quest’ottica e pertanto si eviti un’affrettata decisione.
Auspichiamo inoltre che si attivi sin d’ora un sistema di controlli più rigorosi e costanti affinché si blocchino le attività abusive di consumo del territorio, cosa che deve passare attraverso l’immancabile attivazione del buon funzionamento della macchina comunale.

Con Osservanza
Il Presidente del WWF Palermo
Dott. Pietro Ciulla

Rispondi