IL COMUNE SALVA FONDO LUPARELLO

Mercoledì 26 settembre il Sindaco Orlando e l’Assessore Barbera hanno comunicato che si impegnano a salvare Fondo Luparello.

Mercoledì le Associazioni hanno consegnato al Sindaco e all’Assessore nei locali di Villa Niscemi le 6600 firme dei cittadini contrari alla costruzione del Centro Direzionale della Regione a Fondo Luparello e alla realizzazione della tangenziale interna.

Il Sindaco e l’Assessore hanno promesso che il Comune non sosterrà il progetto su Fondo Luparello. La Giunta comunale compirà gli atti necessari per revocare il supporto al progetto di realizzazione di un mega centro direzionale in contrada Luparello, sotto Baida.

E ancora si legge nel C.S. del Comune: Il paesaggio di Luparello deve essere invece tutelato per i suoi numerosi elementi di grandissimo pregio, dalla vegetazione ai monumenti, dalla grotta Luparello alle sorgenti d’acqua.

In questa ampia area, già parte della ex Riserva Reale Boccadifalco, potrebbero infatti essere realizzate, accanto al già esistente Istituto Zootecnico Sperimentale della Sicilia, nuove iniziative per lo sviluppo economico della città compatibili e complementari alla sua salvaguardia e alla sua fruizione pubblica.

Rendiamo atto al Sindaco e all’Assessore di avere mantenuto l’impegno assunto in campagna elettorale, e di ciò siamo soddisfatti. Ora bisogna lavorare per progettare e realizzare la trasformazione dell’area in un parco urbano. Vogliamo solo ricordare che l’area di Luparello è di proprietà pubblica e che i costi necessari per realizzare le opere di fruizione della stessa pertanto non dovrebbero essere proibitivi neanche in tempi di crisi.

Rispondi