Punta Priola: il WWF per il recupero del bel tratto di costa dell’Addaura

Sabato 26 maggio dalle ore 9:30 soci e simpatizzanti sono invitati a presenziare l’evento organizzato da associazioni e comitati di cittadini per il recupero del tratto di costa dell’Addaura corrispondete a Punta Priola.

Sarà fatta una pulizia dei luoghi a carattere dimostrativo. Per chi vuole partecipare alla pulizia ricordo che la stessa è quindi facoltativa. È importante la presenza fisica all’evento.

Noi come WWF Sicilia Nord Occidentale saremo presenti con sacchi, guanti, bandiere e magliette. del Panda. Appuntamento a punta Priola Sabato 26 alle 9.30.

Info: Bus Amat 603 da piazza leoni. Fermata Magellano.

Chi vuole partecipare alla pulizia basta portarsi un paio di guanti da giardino. Ricordatevi acqua cappellino e indumenti leggeri. Chi non conosce il luogo trattasi di un pezzo di costa di incommensurabile bellezza che associazioni e comitati cittadini stanno cercando di recuperare alla fruizione di tutti. 

L’evento segue quello effettuato ad Agosto del 2017 in cui è stata avviata la prima parte del recupero di questi bellissimi luoghi. 

Oggi abbiamo simbolicamente “pulito” i fondali della Zotta a Sferracavallo

Sferracavallo, 24 giugno 2017. Nell’ambito del progetto #GenerAzioneMare che vedrà il WWF sempre più impegnato nella salvaguardia del “Patrimonio Blu”, si è svolta stamane, a Sferracavallo presso la spiaggia della Zotta, la manifestazione ambientalista “Adotta la Zotta” organizzata dal WWF Sicilia Nord Occidentale e la Società “Mare Nostrum Diving snc”.

La manifestazione prevedeva la pulizia del tratto di spiaggia nonché la pulizia dei fondali marini prospiciente la spiaggia stessa.

La pulizia a terra è stata effettuata dagli attivisti del WWF mentre la pulizia dei fondali è stata effettuata dai sub della società Mare Nostrum ma anche con la partecipazione di alcuni sub attivisti del WWF. (Il nostro socio Felice Pavone esperto Sub dotato di tutte le attrezzature di sicurezza ha perlustrato insieme a Enzo Cernigliaro un tratto di mare raccogliendo dai fondali di tutto, vedi breve video in basso).

Oltre all’effetto pratico della pulizia riteniamo però che parte più importante di questo tipo di manifestazioni sia quella simbolica perché speriamo che attraverso queste azioni i cittadini che guardano e quelli che ci vedono sui media ci prendano da esempio e si rendano conto di quanto è importante tenere il mare e le coste pulite.

Non è compito del WWF e di altri eroici volenterosi effettuare la pulizia del mare e delle coste, in un paese “normale” l’ambiente pulito viene curato dalle istituzioni preposte che debbono dimostrare efficienza, puntualità, costanza; ma anche dai cittadini che debbono avere maggiore cura e attenzione dell’ambiente che utilizzano, in un circuito virtuoso di reciproca e crescente stima e collaborazione.

Siamo ingenui sognatori ? No, perché quello che prospettiamo è la cosa più ovvia e normale di questo mondo, la via da percorrere è lunga e aspra ma è l’unica e noi siamo sempre “sul pezzo”.

Lo scopo dell’evento è stato quello di sensibilizzare l’opinione pubblica locale sullo stato di salute del nostro mare che non è dei migliori.

Durante la pulizia abbiamo notato la presenza di una minidiscarica sulla spiaggia stessa nonché la presenza di alcuni pezzi di amianto che ovviamente ci siamo guardati bene dal raccogliere e per questi due fatti abbiamo già inoltrato una specifica segnalazione alla RAP.

Chiediamo a tutti di collaborare e di farsi “contagiare” dal rispetto dell’ambiente che è parte integrante della nostra vita.

Le malattie dovute all’inquinamento terrestre e marino sono ormai all’ordine del giorno e si parte dalle intossicazioni per arrivare ai tumori.

In particolare è ormai accertato che la plastica degradata in nano particelle è micidiale per gli esseri viventi dell’ambiente marino ma anche per l’uomo, perché risale la catena alimentare e troviamo i suoi effetti nefasti nel piatto.

Svegliamoci, siamo ancora in tempo per salvare il nostro ambiente e quindi noi stessi.
Un grazie a tutti coloro che hanno preso parte all’evento di oggi e in particolare oltre a Felice Pavone, Giovanna Tiziana Maida, Giovanna Messina.

Pietro Ciulla
Presidente WWF Sicilia Nord Occidentale