VERDE: MASSICCIO TAGLIO DI ALBERI A VILLA TURRISI

Dopo 7 anni si rinnova un massiccio e radicale taglio di alberi nella ex Villa Turrisi.

Il WWF ha chiesto ai diversi enti interessati del Comune una verifica sulla correttezza dell’intervento in atto alla luce dei vincoli esistenti su questa area e del regolamento Comunale sul verde urbano. A seguire la lettera :

All’Assessorato all’Ambiente del Comune di Palermo,

p.c.: Al Sig. Sindaco della Città di Palermo
All’Assessorato alla partecipazione del Comune di Palermo
Al Comando della Polizia municipale di Palermo
Al Presidente ed al Consiglio della V Circoscrizione del Comune di Palermo
Al Presidente della Commissione Consiliare Urbanistica del Comune di Palermo
Alla sovrintendenza ai BB.CC.AA. della Provincia di Palermo

OGGETTO: Segnalazione urgente di attività di taglio alberi nell’area della ex Villa Turrisi, nella parte nord di via Leonardo da Vinci.

La nostra Associazione richiama l’attenzione di codesto Assessorato sull’attività, attualmente in corso, di taglio alberi e spianamento nell’Area della ex Villa Turrisi, fra le Vie Leonardo da Vinci e Beato Angelico e il canale Passo di Rigano.
In questi giorni è stato eseguito un ulteriore taglio di alberi quali allori, agrumi, ulivi e bagolari e in particolare, all’altezza di Via Ignazio Silvestri, è stata notata una squadra di 3 operai che tagliava alberi.

A causa di questi continui interventi, una consistente parte dell’area risulta già spogliata (calcoliamo circa 15.000 mq a fonte di un totale di 40.000 mq)
Si richiede pertanto un intervento immediato da parte di codesta Amministrazione per verificare se le attività suddette sono autorizzate e comunque lecite e coerenti con i contenuti del vigente Regolamento Comunale del Verde.

Si fa presente che per quest’area esiste già una proposta di variante al PRG che prevede la variazione della destinazione d’uso da verde agricolo a parco pubblico. Tale richiesta giace da anni presso codesta Amministrazione, è stata presentata da un gruppo di associazioni e supportata da tremila firme di cittadini Palermitani e ancora non abbiamo ricevuto alcuna risposta in merito.

Inoltre l’area è sottoposta a vincolo paesaggistico per la presenza del canale di Passo di Rigano e parte di essa è a rischio idraulico.

L’intera zona è stata infine ampiamente amputata del suo verde con lo spianto di tanti alberi lungo la costruenda linea del tram e ancora non si capisce come e dove saranno fatte le opportune e irrinunciabili opere di compensazione del verde.
Se non si provvede urgentemente, con un autorevole ed efficace deliberato da parte di chi ha potere sul territorio comunale, a prescindere dal titolo di proprietà sui terreni, continueremo ad assistere passivi allo scempio del verde e le positive dichiarazioni d’intento da parte di codesta Amministrazione, sulla salvaguardia del verde, sul consumo del territorio zero e quant’altro, verranno vanificate dal continuo “abusivismo di fatto”, già prassi tristemente nota nella nostra città.

Restiamo in attesa di un urgente riscontro.

Il Presidente del WWF Palermo
Pietro Ciulla

Palermo 29 Marzo 2013

Rispondi