BIODIVERSAMENTE: GITA DOMENICA 24 ALLA FOSSA DELLA GAROFALA.

Nel week-end dedicato dal WWF alla sensibilizzazione verso la tutela della Biodiversità, andremo a visitare un piccolo gioiello conservato dalla nostra università.

LA FOSSA DELLA GAROFALA
Antico alveo del fiume Kemonia
Domenica 24 Ottobre

Nell’anno che l’ONU dedica alla Biodiversità ed in occasione della “Conferenza CBD COP 10“ di Nagoya (Giappone, 18-29 Ottobre), il WWF e l’Associazione Nazionale Musei Scientifici organizzano in tutta Italia nei giorni 23 e 24 ottobre un week-end dedicato all’attività di sensibilizzazione sul tema della BIODIVERSITA’ ed alla illustrazione del ruolo strategico rivestito oggi dai musei naturalistici, per la sua conoscenza e conservazione.

Con l’obbiettivo di tale sensibilizzazione, il WWF Palermo ha scelto, come sito storico-naturalistico da far conoscere alla cittadinanza, la “Fossa della Garofala”, antico alveo del Fiume Kemonia. La visiteremo con una nostra guida esperta di botanica, nel quadro del programma ottobrino “le Vie dei Tesori”, organizzato dall’Università di Palermo, e saremo accompagnati dai Volontari del Servizio Civile Nazionale all’Università che partecipano al progetto “Il Parco d’Orléans, memoria didattica”.

La Fossa della Garofala è sita nell’area a monte dell’attuale Villa d’Orléans. Il luogo, che fu una delle più belle tenute agrarie della Conca d’Oro è un sito da preservare e far conoscere nelle sue componenti storiche, paesaggistiche, naturalistiche e scientifiche. Oggi buona parte del sito è di proprietà dell’Università di Palermo che, mantenendo il verde residuo alle porte della città, vi svolge importanti ricerche agronomiche.

La partecipazione è libera e gratuita. La visita inizierà alle ore 10:00 e durerà un paio d’ore. Il WWF Palermo dà appuntamento ai suoi soci e simpatizzanti alle ore 9:00 presso la sede del WWF Sicilia, in Via Enrico Albanese, 98, ma si può andare direttamente, entro l’orario previsto per l’inizio della visita guidata, all’ingresso della Facoltà di Agraria, in Viale delle Scienze.

Rispondi