ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO

WWF in marcia per la Mufara: in centinaia contro l’osservatorio Flyeye

Venerdì 22 aprile si è tenuta una marcia-escursione alla vetta della Mufara, in zona A nel Parco delle Madonie. La marcia è stata organizzata dal Cai Sicilia insieme a Legambiente, WWF, Lipu, Italia Nostra, GRE, Rangers d’Italia con l’adesione di decine di associazioni ambientali e culturali.

Gli oltre duecento partecipanti, arrivati da tutta a Sicilia, sono partiti dal Rifugio il Grifone a Piano Battaglia e, percorrendo il sentiero, sono arrivati in silenzio, nella faggeta più a sud d’Europa, candidata a patrimonio dell’umanità Unesco, con ancora un leggero innevamento dei sentieri, alla cima dove è stato individuato il luogo dell’eventuale costruzione di un osservatorio astronomico che porterebbe in questo luogo, all’apice della conservazione ambientale, oltre 4000 mc di cemento oltre ad una strada carrozzabile per arrivare con mezzi motorizzati in cima alla Mufara, a oltre 1800 slm.

Il nostro Pietro Ciulla, Delegato regionale WWF Italia e presidente WWF Sicilia Nord Occidentale, ha voluto sottolineare che “verranno analizzate minuziosamente le carte e il progetto non appena resi disponibili dall’ente parco. L’argomento, particolarmente delicato, non vuole sottovalutare l’aspetto scientifico del progetto, ma occorre valutare l’effettivo utilizzo dello stesso quando già è presente un impianto attivo in zona. Questa pacifica, educata e pacata marcia delle associazioni ambientaliste, coese contro questa installazione, vuole sensibilizzare i cittadini e le istituzioni affinché non venga deturpato uno dei luoghi naturali che rappresenta quel che è rimasto dei preziosi ambienti ancora selvatici e ricchi di biodiversità che sono rimasti in Sicilia. Le riserve infatti sono nate per essere luoghi di conservazione e non di cementificazione. Vigileremo ed eventualmente prenderemo le opportune decisioni mirate a preservare tutti i luoghi protetti. Non si può, con la scusa della ricerca scientifica (che non è inerente alla istituzione del parco) costruire in zona A di parco. Si creerebbe un pericoloso precedente, letale per le nostre riserve. 

Il gruppo WWF di una trentina di partecipanti, dopo la marcia ha terminato la giornata sulle Madonie presso il sentiero dei Monumenti della Natura di Pomieri.

Video parziale dell’evento trasmesso in diretta Facebook.

Album fotografico della giornata