ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO

Il WWF riceve il Premio Borsellino

Onorati sia come WWF Italia ma ancora di più come Wwf Sicilia Nord Occidentale, sempre in prima linea contro l’illegalità in ambito ambientale per i crimini contro la natura, per uno sviluppo sostenibile nel rispetto delle leggi italiane ed europee.

Nulla da dire in più, solo grazie al Vicepresidente Dante Caserta che ci ha rappresentati, ritirando il premio Borsellino per tutti i soci, anima e cuore di questa grande associazione che è il WWF.

Il Direttivo del WWF Sicilia Nord Occidentale


Nota del WWF Italia:

Anche il WWF Italia è stato premiato nella XXIV Edizione del prestigioso Premio Nazionale Paolo Borsellino, nato il 3 dicembre 1992 dalla volontà del giudice Antonino Caponnetto alla presenza di Rita Borsellino, che ne è stata la prima Presidente fino al 2002. Il Premio, come l’Associazione “Società Civile” che l’organizza, nasce con l’intento di rafforzare il contrasto alle mafie e promuovere la cultura della legalità e della giustizia e intende testimoniare ammirazione e gratitudine verso chi si contraddistingue per impegno sociale e civile, offrendo un’azione significativa contro ogni forma di potere mafioso e contro ogni forma d’ingiustizia e di violenza.

In questi anni il Premio ha dato voce ad oltre ottocento persone: scrittori, artisti, politici, magistrati, insegnanti che attraverso la loro testimonianza diretta lottano quotidianamente contro corruzione e illegalità.

Tra i premiati, quindi, oltre al WWF Italia, esponenti e operatori della magistratura, delle forze di polizia, della scuola, della cultura, del giornalismo, dello spettacolo e dell’associazionismo.

“Questo riconoscimento ci riempie d’orgoglio” ha dichiarato Dante Caserta, vicepresidente del WWF Italia che ha ritirato il premio per l’Associazione: “Il WWF è la più grande organizzazione mondiale per la conservazione della natura che, dal 1961, lavora per costruire un futuro in cui l’uomo possa vivere in armonia con la natura. In Italia questo a volte vuol dire scontrarsi anche con la malavita organizzata, la corruzione e il malaffare che traggono profitti dalla distruzione dell’ambiente. Ringraziamo la giuria del Premio Borsellino per questo riconoscimento che è dedicato a quanti nella nostra associazione si battono con coraggio per difendere la natura e la biodiversità: al nostro attivista campano a cui hanno distrutto la macchina per le battaglie in difesa del territorio, alle nostre guardie che in tutta Italia combattono la piaga del bracconaggio e dell’abbandono dei rifiuti, e per questo subiscono intimidazioni e minacce; ai nostri avvocati che ogni giorno si confrontano nelle aule dei tribunali per far condannare gli inquinatori, ai nostri volontari che gestiscono i beni confiscati alle mafie, cercando di riportare speranza in posti difficili, al nostro ufficio legale che ogni anno segue centinaia di vertenze ambientali”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.