Escursione: Le Neviere di Poggio San Francesco ad Altofonte

Escursione di: Domenica 5 Novembre 2017

Le Neviere di Poggio San Francesco (Altofonte, Palermo)

• Referente escursione: Giorgio Comandè (328 0280156)
• Referente per gli appuntamenti: Pietro Ciulla (338 1864718)
• Difficoltà: media (E)
• Lunghezza del percorso: 10 Km circa
• Tempo di percorrenza: 6 ore circa compreso soste, rientro previsto nel pomeriggio
• Tipo di suolo: stradella sterrata e sentiero montano
• Dislivello totale accumulato: 150 mt circa
• Appuntamento: Via Basile Piazzale antistante stazione Metropolitana Orleans ore 08:15 – Partenza Ore 8:30 dopo aver compattato in poche auto i partecipanti.
• Mezzi: Per il raggiungimento del punto d’inizio dell’escursione si utilizzeranno le auto.
• Spese di viaggio: si dividono equamente tra i passeggeri di ogni vettura.
• Colazione: Al sacco, a carico di ogni partecipante (non dimenticare la provvista d’acqua).
• Attrezzatura e Abbigliamento: Abbigliamento adatto alla stagione(K-Way-Pile-Cappuccio), in particolare sono necessari scarponcini da escursionismo senza i quali non si potrà partecipare all’escursione.
• Contributo: Non Soci 5 Euro – Soci 3 Euro (comprende assicurazione RC) – Non occorre prenotazione. Partecipa chi si presenta all’appuntamento prefissato.


Meteo Altofonte

Programma e descrizione:

Dal punto di riunione si raggiunge, tramite la SS 624, il paese di Altofonte quindi si percorre la S.P. 89 una strada panoramica a valle delle Serre della Pizzuta, si raggiunge il borgo di Poggio San Francesco quindi si raggiunge l’abbeveratoio della forestale sito in località Strasatto nel Comune di Monreale.

Da qui lasciate le autovetture su strada sterrata si attraversa cancello forestale FRASINO-GINESTRA e si inizia il trekking attraverso l’area boscata.

Dall’abbeveratoio inizia una salita comoda portandoci ai cancelli della forestale. La passeggiata è accompagnata da boschetti di pini e macchie mediterranee, con la fioritura di arbusti di erica.
In primavera i bordi della strada sono ricoperti da diverse specie di orchidee.

Arrivati nella vicinanza della casa della forestale notiamo una grande vasca circolare per l’irrigazione. Una breve sosta per ammirare i panorami mozzafiato. Alle nostre spalle vediamo le montagne sopra Giacalone e Portella della Paglia, a destra La Valle dello jato e sopra la bellissima montagna che ospita il sito archeologico.

Dopo 1 km interrompiamo la strada verso Portella della Ginestra ( Piana degli Albanesi ) giriamo a sinistra, per le neviere. 

Sulla sinistra notiamo le vecchie case in pietra che ospitavano i lavoratori delle neviere con i relativi depositi di fieno e stalle per i muli. Da notare che tutto il materiale per costruire le case era del luogo. Interrompiamo il percorso della forestale passando nei campi dove a monte intravediamo le prime conche per la raccolta della neve. La conca veniva sagomato con delle grosse pietre ed aveva una profondità anche di circa 10 mt.

A monte intravediamo il Lago di Piana degli Albanesi e seguendo un percorso di circa 1 km vediamo anche il paese.

In questo luogo panoramico ognuno può consumare la propria colazione .

Il ritorno per comodità è identica all’andata.

Modalità di gestione delle escursioni: clicca qui

1) Per ogni escursione si chiederà a tutti i partecipanti un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa. In pratica si chiederà ai soci un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa pari a 1 €, pertanto l’importo complessivo per i soci sarà pari a 3 Euro (2 € per l’assicurazione, 1 € per il contributo aggiuntivo). Ai non soci si chiederà un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa pari a 3 €, pertanto l’importo complessivo per non i soci sarà pari a 5 Euro (2 € per l’assicurazione, 3 € per il contributo aggiuntivo). Per i partecipanti età fino a 12 anni non è richiesto alcun contributo al WWF ma solamente la quota assicurativa di 2 €.
Occorrerà che i partecipanti diano i loro dati anagrafici se non già in possesso del WWF, questi serviranno per formalizzazione della copertura assicurativa.

Gli spostamenti verso il luogo d’inizio delle escursioni avverranno con le auto dei partecipanti che vorranno metterle a disposizione. Il WWF Sicilia Nord Occidentale non garantisce pertanto il trasferimento verso il luogo d’inizio dell’escursione ai partecipanti che non saranno riusciti a trovare un posto nelle auto disponibili.

Si cercherà di viaggiare a pieno carico di passeggeri per evitare inutili sprechi di carburante.

Il proprietario di ogni singola auto concorderà con i passeggeri ospitati l’entità del rimborso carburante dovutogli, quindi ogni partecipante avrà l’onere di un’ulteriore quota aggiuntiva “carburante” oltre il contributo al WWF e la quota assicurativa, da evolvere direttamente all’autista dell’auto in cui è ospitato.

Rispondi