ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO

IL WWF PRESENTA IN CONSIGLIO COMUNALE LA SUE OSSERVAZIONI AI PROGETTI PRUSST

Ieri 22 aprile nell’aula del Consiglio Comunale il WWF ha illustrato le sue osservazioni in merito ai 54 progetti approvati dalla Giunta.

Il II AVVISO, arrivato a conclusione dopo oltre 7 anni, presentava 111 progetti di iniziativa privata a variante del PRG vigente. La Giunta Comunale, alla fine delle sue indagini, ha presentato in Consiglio Comunale un elenco di 54 progetti.

Molti di essi contraddicono i criteri che la stessa Giunta si era dato: niente iniziative in verde agricolo, niente iniziative in contrasto con gli interessi generali della città in questo momento (vedi nuove costruzioni di Centri Commerciali, alberghi, ecc.).

Il WWF, a nome anche del Forum delle Associazioni e del Comitato Bene Collettivo, ha esaminato i singoli progetti e ha concluso che di questi: 17 progetti contraddicono gli stessi criteri posti a base della decisione e pertanto non hanno ricevuto da noi un parere favorevole e 20 progetti hanno bisogno di ulteriori approfondimenti in merito a situazioni particolari o utili alla città.

In archivio documenti-territorio potete trovare il documento con le nostre osservazioni dettagliate su singolo progetto.

A seguire la lettera di accompagnamento al documento consegnato al Presidente del Consiglio Comunale.

Alla Presidenza del Consiglio Comunale di Palermo
Oggetto: Note relative al secondo bando del Programma PRUSST di cui alla delibera di Giunta Comunale n. 31 del 15-02-2006 e all’avviso del 20/08/2006, attualmente proposti per l’approvazione al Consiglio Comunale.

Le sottoscritte associazioni:
· WWF Palermo
· Forum Associazioni Palermo
· Comitato di Cittadini per il Bene Collettivo

avendo esaminato nel dettaglio le schede tecniche ricognitorie delle nuove proposte redatte dagli uffici comunali in relazione ad ogni iniziativa proposta dai privati nell’ambito del 2° bando del Programma PRUSST di cui alla delibera di Giunta Comunale n. 31 del 15-02-2006 e all’avviso del 20/08/2006, con particolare riferimento a quelle attualmente proposte per l’approvazione al Consiglio Comunale;

considerato il delicato momento di avvio di una nuova pianificazione comunale di cui alle “direttive generali per la formazione del nuove P.R.G.” rese note dall’Amministrazione comunale;
ritenendo non sia opportuno rischiare di ipotecare la libertà decisionale in relazione alla nuova pianificazione in itinere, con particolare riferimento a destinazioni d’uso di PRUSST (ormai datati) che potrebbero risultare incompatibili o controproducenti ad un equilibrato sviluppo del territorio sotto il profilo del reperimento di aree per servizi pubblici e/o in relazione alla salvaguardia paesaggistica, idrogeologica, ecologico-ambientale e della tutela dei beni culturali ed architettonici;

avendo altresì potuto riscontrare, per alcune di queste iniziative, che a causa della relativa localizzazione, tipologia e dimensioni degli interventi proposti, sussistono a nostro parere livelli di criticità in relazione alla tutela degli aspetti salvaguardia paesaggistica, idrogeologica, ecologico-ambientale e della tutela dei beni culturali ed architettonici di cui sopra ed in relazione ai vincoli di tutela esistenti ai sensi delle norme vigenti;

avendo riscontrato in particolare che sono previsti nuovi insediamenti alberghieri, residences e centri commerciali, parcheggi sotterranei e soprelevati, spesso in verde agricolo e in aree soggette a vincoli idrogeologici e paesaggistici, in conflitto con le intenzioni delle direttive generali, che si propongono con un “piano del verde” il blocco di ogni ulteriore erosione del patrimonio agricolo residuato intorno alla città;

fermo restando che le sottoscritte associazioni sono favorevoli all’iniziativa privata, purché compatibile con una pianificazione generale organica della città e condivisibile a tutti i livelli in relazione agli scopi di interesse collettivo;

Per le predette motivazioni, le sottoscritte associazioni, in virtù anche dei principi della ‘partecipazione’ e della ‘collaborazione’ che vogliono caratterizzare l’attuale Amministrazione della città chiedono che vengano rigettate le proposte di PRUSST individuate nell’elenco allegato alla presente, essendosi riscontrati numerosi elementi di incompatibilità con le finalità di tutela del territorio e di riduzione del consumo di suolo.

Si specifica inoltre che le proposte non menzionate nell’elenco allegato e comunque facenti parti dell’elenco completo delle richieste relative al secondo bando del Programma PRUSST (n° 111) non sono ritenute accettabili per l’approvazione.

Con osservanza

Palermo 22 Aprile 2013

In rappresentanza delle tre Associazioni
Il Presidente del WWF Palermo
Pietro Ciulla

Lascia un commento

Your email address will not be published.