WWF : visita guidata alla diga Rosamarina a Caccamo

Share

Il WWF Sicilia Nord Occidentale organizza abitualmente visite presso siti naturalisticamente importanti come i monti della nostra Sicilia Occidentale, i fiumi e i tratti di costa, gli ambienti montuosi e marini delle Isole minori.

Altra attività importante è quella relativa alle visite ai manufatti che “usando” la natura forniscono materia, energia e servizi necessari alla vita dei residenti (acquedotti, depuratori, sorgenti di captazione acqua, potabilizzatori e dighe).

Lo scopo è quello di cercare le compatibilità fra le opere necessarie alla vita dell’uomo nelle zone antropizzate e la salvaguardia dell’ambiente naturale o quantomeno la cura di un impatto ambientale minimo possibile.

Con questo spirito abbiamo chiesto al Dipartimento Regionale delle Acque e dei Rifiuti di potere accedere e visitare la diga Rosamarina a Caccamo, importante opera idraulica e tecnica, nonché indispensabile opera per l’approvvigionamento idrico di Palermo.

La visita è fissata per Sabato 5 Ottobre 2019, di mattina.

Ci inoltreremo dentro la diga attraverso cunicoli e scale in ferro “a petto” per cui occorre una certa preparazione fisica per potere agevolmente salire e scendere da questa tipologia di scala, che comunque è del tutto sicura perché dotata di dispositivi di protezione anticaduta, ma ci sono da salire e scendere una gran quantità di scalini (la diga è profonda all’incirca 100 m).

Data l’altezza (profondità) non bisogna soffrire di vertigini e occorre inoltre essere immuni da crisi di claustrofobia perché si attraverseranno stretti e profondi cunicoli.

Il numero di visitatori è ristretto a 20 persone per cui stiamo dando la precedenza ai soci e se poi resta posto amplieremo la possibilità ad altri.

Per la prenotazione contattate Pietro Ciulla 338.1864718 direttamente o tramite whatsapp, entro domani sera Mercoledì 2 Ottobre.

Per i dettagli, una volta definito il gruppo ci aggiorneremo, probabilmente creeremo una chat whatsapp per nostra maggiore comodità operativa.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento