Nuovo nido di tartaruga marina a Trappeto (Pa)

Un’altra bella sorpresa che ci riserva la Natura a Trappeto, città metropolitana di Palermo.

Un’altro nido di Caretta caretta scoperto, grazie alle tracce inconfondibili, da una ragazza frequentatrice di una spiaggia nei pressi della bella e storica località balneare della costa occidentale del palermitano.

Viviana Satta che vive in zona ha riconosciuto le inconfondibili tracce lasciate sulla sabbia, nella notte tra il 25 e il 26 giugno scorso, da una grande tartaruga marina, dedotto dalla traccia lasciata sull’arenile dall’animale, del genere Caretta caretta, la tartaruga comune del Mediterraneo in forte pericolo di estinzione.

Viviana ha quindi contattato per la verifica un amico naturalista, Giuseppe D’Asaro sempre di Trappeto, che si è messo in contatto con il network tartarughe marine del WWF Sicilia Nord Occidentale.

Francesco Paolo Palazzo, consigliere del WWF locale e referente del progetto “Life Euroturtles”, autorizzato dal Ministero dell’Ambiente, ha quindi effettuato un sopralluogo e il riscontro è stato positivo: secondo nido accertato nel golfo di Castellammare, ad una settimana esatta dal primo di Alcamo marina.

Allertata Guardia Costiera e Comune di Trappeto come da prassi, insieme ai volontari e attivisti dell’associazione, si è provveduto a mettere in sicurezza il nido recintandolo con apposita protezione da possibili aggressioni esterne alle uova.

Chiunque volesse partecipale alla sorveglianza volontariamente a questo o ad altri luoghi di nidificazione può farne richiesta ai numeri: 328 738 7379 e WhatsApp: 333 595 1808

———-

Il video e le foto di seguito possono essere pubblicati liberamente, grazie:

Su YouTube:
https://youtu.be/m1PtMxmPtLw

Su Facebook:
https://www.facebook.com/wwf.palermo/videos/269778800918316/?v=269778800918316


PlasticFree: a Trappeto raccolti 10 sacchi di plastica in una spiaggia apparentemente pulita

Sabato 9 giugno si è svolto l’evento #PlasticFree a Trappeto, nell’ambito del progetto Mare del WWF Italia, la campagna che parte ogni estate e che è evidenziata nei sociali con il tag #GenerAzioneMare.

L’arenile che si trova a ovest di Palermo a circa 40 km dal capoluogo è sito nel comune di Trappeto ed è denominata spiaggia del Casello.

Il tratto pubblico della spiaggia risultava a prima vista ben tenuto e privo di evidenti accumuli di rifiuti plastici.

Una attenta analisi della scogliera e dell’arenile ha invece rilevato che la plastica è ovunque, si insinua tra gli scogli, nel canneto… sotto la sabbia, o nascosto dalla posidonia. Migliaia a vista le cicche di sigaretta, i residui plastici di cotton fioc e di cannucce fuoriuscivano dalla sabbia.

Attivisti, volontari e cittadini si sono sbracciati e hanno raccolto plastica per ben 10 sacchi di grandi dimensioni, pezzi di polistirolo anche ridotto in minuscoli frammenti, tipico delle cassette per il pesce e tante bottiglie che si insinuano incastrandosi nella scogliera.

Migliaia le cicche raccolte in pochissima area dove abbiamo montato il tavolino e i pannelli di #GenerAzioneMare. 

Dopo la raccolta è stata effettuata una lezione di educazione ambientale ai tanti bambini e genitori presenti in spiaggia. La cosa ha ricevuto molto plauso dai presenti e dall’amministrazione comunale di Trappeto presente con Sindaco e Assessore al ramo.

Ai volontari sono state distribuite le pettorine e i cappellini del WWF.

Prossimo appuntamento di PlasticFree per la O.A. Sicilia Nord Occidentale si terrà ad ASPRA, la borgata marinara del Comune di Bagheria il 24 giugno prossimo.

Di seguito galleria di immagini e breve video.