IL COMUNE SALVA FONDO LUPARELLO

Mercoledì 26 settembre il Sindaco Orlando e l’Assessore Barbera hanno comunicato che si impegnano a salvare Fondo Luparello.

Mercoledì le Associazioni hanno consegnato al Sindaco e all’Assessore nei locali di Villa Niscemi le 6600 firme dei cittadini contrari alla costruzione del Centro Direzionale della Regione a Fondo Luparello e alla realizzazione della tangenziale interna.

Il Sindaco e l’Assessore hanno promesso che il Comune non sosterrà il progetto su Fondo Luparello. La Giunta comunale compirà gli atti necessari per revocare il supporto al progetto di realizzazione di un mega centro direzionale in contrada Luparello, sotto Baida.

E ancora si legge nel C.S. del Comune: Il paesaggio di Luparello deve essere invece tutelato per i suoi numerosi elementi di grandissimo pregio, dalla vegetazione ai monumenti, dalla grotta Luparello alle sorgenti d’acqua.

In questa ampia area, già parte della ex Riserva Reale Boccadifalco, potrebbero infatti essere realizzate, accanto al già esistente Istituto Zootecnico Sperimentale della Sicilia, nuove iniziative per lo sviluppo economico della città compatibili e complementari alla sua salvaguardia e alla sua fruizione pubblica.

Rendiamo atto al Sindaco e all’Assessore di avere mantenuto l’impegno assunto in campagna elettorale, e di ciò siamo soddisfatti. Ora bisogna lavorare per progettare e realizzare la trasformazione dell’area in un parco urbano. Vogliamo solo ricordare che l’area di Luparello è di proprietà pubblica e che i costi necessari per realizzare le opere di fruizione della stessa pertanto non dovrebbero essere proibitivi neanche in tempi di crisi.

FONDO LUPARELLO: RACCOLTE 6600 FIRME PER LA SUA SALVAGUARDIA

Venerdì 7 settembre esse saranno consegnate al Comune presso la sala Rossa di Palazzo dei Normanni.

Venerdì 7 settembre, presso la sala Rossa del Palazzo Reale di Palermo h 11, Italia nostra con ANISA, Amici del Musei, Ass. Dimore Storiche, Salvare Palermo, facenti parte del Forum delle associazioni – insieme al WWF Palermo e a Legambiente Palermo, presenta alla città e alla stampa le firme di 6600 cittadini che chiedono la tutela dell’area di Fondo Luparello, ultimo lembo sopravvissuto della campagna palermitana, ricco di valori storici, monumentali e naturalistici.

In quest’area di circa 65 ettari da alcuni anni l’amministrazione regionale, unitamente a quella provinciale, porta avanti un progetto per la costruzione di un Centro Direzionale ( edifici regionali ) e di una nuova arteria stradale cosìdetta ” tangenziale interna”: un’altra colata di cemento e asfalto sul territorio di Palermo, inutile e dannosa per il delicato equilibrio del suo ecosistema.

Il paesaggio di Luparello deve essere invece tutelato per i suoi numerosi elementi di grandissimo pregio, dalla vegetazione ai monumenti, dalla grotta Luparello alle sorgenti d’acqua.

Insieme alle firme raccolte sarà presentata l’idea progetto per il Parco Luparello.

In questa ampia area, già parte della ex Riserva Reale Boccadifalco, potrebbero infatti essere realizzate nuove iniziative per lo sviluppo economico della città ( centro di ricerca, centro di educazione ambientale, orti urbani, mercato biologico, attività artigianali etc.) compatibili e complementari alla sua salvaguardia e alla sua fruizione pubblica.

Le firme saranno consegnate in seguito al Sindaco di Palermo e alle autorità competenti comunali. Con questa simbolica consegna alla città delle firme raccolte dalle associazioni, con il sostegno di tantissimi comuni cittadini, chiediamo all’amministrazione regionale e provinciale di ritirare il progetto del Centro Direzionale e della strada previsti in tali luoghi, per sostenere invece la proposta del Parco Luparello che deve essere prevista con atti opportuni dall’amministrazione Comunale di Palermo unitamente all’amministrazione regionale.

WWF PALERMO: SALVIAMO FONDO LUPARELLO

VENERDÌ POMERIGGIO 17 GIUGNO DEDICATO A LUPARELLO.

Questo Fondo corre gravi rischi per due motivi: vi dovrebbe sorgere il futuro centro direzionale per accorpare in un unico punto tutti gli assessorati regionali e dovrebbe essere attraversato dalla futura tangenziale interna. Questo comporterebbe uno stravolgimento del territorio attraversato dalle strade di collegamento del Centro direzionale con la tangenziale interna e con la Circonvallazione. Ancora una volta una logica energivora e consumatrice di territorio: luoghi di lavoro lontani dagli abitati e mobilità con mezzi privati. Perché non ubicare i diversi assessorati lungo il percorso del passante ferroviario e il tracciato della futura metropolitana leggera? In questo modo si favorirebbe l’uso dei mazzi pubblici e si eviterebbero i mastodontici parcheggi.

Al Convento di Baida ore 16
SALVIAMO FONDO LUPARELLO

Il Forum delle associazioni, il WWF e Legambiente in data 18 febbraio 2011 votavano nella sala consiliare del Comune una mozione per chiedere alle autorità regionali di rinunziare alla costruzione del Centro Direzionale della Regione nel fondo Luparello, dallo straordinario valore storico paesaggistico e ambientale, patrimonio immateriale della comunità palermitana.
Pur risultando nel Piano Strategico del Comune che l’area è soggetta a vincolo ambientale e vincolo idrogeologico, il Governo regionale in data 21 aprile 2011 deliberava di approvare un protocollo di intesa con il Comune di Palermo, la Provincia e l’ANAS, per la costruzione del Centro Direzionale e della tangenziale interna.

Abbiamo pertanto invitato le altre associazioni gli enti e i cittadini che hanno a cuore la salvaguardia del patrimonio storico ed ambientale della città, a incontrarsi con noi il prossimo 17 giugno alle ore 16 sul terrazzo del Convento di Baida, per ammirare uno dei più suggestivi panorami di Palermo inquadrato nell’area di Luparello, unico lembo di verde scampato alla disastrosa espansione edilizia nella pianura e nelle colline circostanti.
Molte associazioni hanno già aderito all’invito e contiamo perciò di essere numerosi per inviare un estremo messaggio al Governo della Regione per il salvataggio dell’area di Luparello, nel rispetto dei vincoli esistenti.

AL CAMPO CATALOGO DI PIANTE OFFICINALI DELLA FLORA LOCALE ore 17

Il WWF Palermo organizza, per venerdì 17 giugno 2011 alle ore 17,00 con partenza dal Convento di Baida, una visita al Campo Catalogo di Piante Officinali della flora locale, realizzato nell’ex Vivaio Luparello in Via Roccazzo, 110.
La visita sarà guidata della Dott.ssa Marisa Canzoneri (1), che ha curato la realizzazione del Campo Catalogo.
Aspettiamo numerosi i nostri Soci e quanti sono interessati alla conoscenza di questo particolare settore botanico che tratta delle piante usate in cucina e in medicina.
_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
(1) Marisa Canzoneri, agronoma, dipendente dell’Ente Sviluppo Agricolo, in distacco presso il Dipartimento Regionale Aziende Foreste Demaniali.