Escursione: le prime fioriture di Monte Catalfano

Escursione di Domenica 31 Marzo 2019

Parco di Monte Catalfano, 376 m s.l.m. Comune di Bagheria



Referente escursione: Davide Bonaviri (320 766 2207 )

Riferimento per gli appuntamenti: Pietro Ciulla (338 1864718)

Difficoltà: Media, leggera faticosità per tratto iniziale in continua salita

Lunghezza del percorso: 10 Km circa 

Tipo di suolo: sentiero forestale, stradella, tratti di terreno naturale

Tempo di percorrenza: 6 ore circa di cammino

Dislivello: 550 m circa totale salita

Appuntamento: Via Ernesto Basile, piazzale antistante fermata metro Orleans, Palermo ore 8.15 partenza ore 8.30. Per gli amici di Bagheria e dintorni ore: 9:00 ingresso riserva. (Chiamare Pietro Ciulla per appuntamento)

Mezzi: per il raggiungimento del punto d’inizio dell’escursione useremo le auto private, le spese di viaggio verranno condivise fra gli occupanti di ogni singola auto (percorso auto a/r circa 60 km, 2 € contributo auto)

Spese di viaggio: Le spese di viaggio verranno condivise fra gli occupanti di ogni singola auto

Colazione: Al sacco, a carico di ogni partecipante (non dimenticare la provvista d’acqua)

Attrezzatura e Abbigliamento: Abbigliamento adatto alla stagione.
Sono necessari scarponi da escursionismo senza i quali non si potrà partecipare all’escursione. Portare anche scarpe di ricambio per poterle indossare a fine escursione ed evitare così di sporcare l’auto nella quale si è ospiti. Consigliati bastoncini da trekking. Zona Ventosa. Non è un percorso idoneo a bambini inferiori a 14 anni.

Contributo: Non Soci 5 Euro – Soci 3 Euro. Il contributo comprende l’assicurazione contro infortuni.

[trebi-a3 loc=”448″ c1=”ffffff” c2=”ffffff” c3=”cccccc” b1=”3b3b3b” b2=”000000″ b3=”000000″]

Programma:

Raggiunta Bagheria, ci porteremo in contrada “Vignazza”, nei pressi di capo Zafferano, ingresso parco, dove lasceremo le auto.

Presa una stradella che presto si trasforma in sentiero, saliremo per raggiungere una pineta dove sono presenti delle case forestali. Durante il percorso verrà descritta la flora e in particolare le orchidee nel frattempo incontrate durante il tragitto.

Continuando la salita prima di arrivare a Cozzo San Pietro (345m s.l.m.) potremo ammirare una magnifico panorama. Dopo scenderemo dal versante orientale per raggiungere un’area attrezzata e da li riprenderemo la salita per raggiungere Monte Catalfano (376 m s.l.m.) dove potremo visitare un antico punto trigonometrico sulla sua cima. Il ritorno è previsto mediante un altro sentiero che, ripassando per l’area attrezzata, passa per i “zubbi” e le grotte e ci riporta alle auto .

Si rientra a Palermo intorno alle ore 17.30.

Organizzato da: WWF O.A. Sicilia Nord Occidentale 

Modalità di gestione delle escursioni: clicca qui

1) Per ogni escursione si chiederà a tutti i partecipanti un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa. In pratica si chiederà ai soci un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa pari a 1 €, pertanto l’importo complessivo per i soci sarà pari a 3 Euro (2 € per l’assicurazione, 1 € per il contributo aggiuntivo). Ai non soci si chiederà un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa pari a 3 €, pertanto l’importo complessivo per non i soci sarà pari a 5 Euro (2 € per l’assicurazione, 3 € per il contributo aggiuntivo). Per i partecipanti età fino a 12 anni non è richiesto alcun contributo al WWF ma solamente la quota assicurativa di 2 €.
Occorrerà che i partecipanti diano i loro dati anagrafici se non già in possesso del WWF, questi serviranno per formalizzazione della copertura assicurativa.

Gli spostamenti verso il luogo d’inizio delle escursioni avverranno con le auto dei partecipanti che vorranno metterle a disposizione. Il WWF Sicilia Nord Occidentale non garantisce pertanto il trasferimento verso il luogo d’inizio dell’escursione ai partecipanti che non saranno riusciti a trovare un posto nelle auto disponibili.

Si cercherà di viaggiare a pieno carico di passeggeri per evitare inutili sprechi di carburante.

Il proprietario di ogni singola auto concorderà con i passeggeri ospitati l’entità del rimborso carburante dovutogli, quindi ogni partecipante avrà l’onere di un’ulteriore quota aggiuntiva “carburante” oltre il contributo al WWF e la quota assicurativa, da devolvere direttamente all’autista dell’auto in cui è ospitato.

Trekking a Monte Grifone della catena dei Monti della Conca d’Oro

Escursione di Domenica 13 Gennaio 2019

Monti della Conca d’Oro: Monte Grifone (832 m), Belmonte Mezzagno (PA)

Referente escursione: Pino Casamento (349 159 7344)

Riferimento per gli appuntamenti: Pietro Ciulla (338 186 4718)

Difficoltà: medio-facile. Leggera faticosità all’andata, per percorso costantemente in salita; al ritorno, la strada costantemente in discesa, comporta un leggero rischio a causa del terreno sdrucciolevole

Lunghezza del percorso: 7 Km circa

Tipo di suolo:  sentieri forestali

Tempo di percorrenza: 4 ore tra cammino e soste

Dislivello: 300 m circa 

Appuntamento: Via Ernesto Basile, piazzale antistante fermata metro Orleans, Palermo ore 8.15 partenza ore 8.30. NON NECESSITA PRENOTAZIONE. PARTECIPA CHI SI PRESENTA ALL’APPUNTAMENTO.

Mezzi: per il raggiungimento del punto d’inizio dell’escursione useremo le auto private, le spese di viaggio verranno condivise fra gli occupanti di ogni singola auto (percorso auto a/r circa 40 km circa)

Spese di viaggio: Le spese di viaggio verranno condivise fra gli occupanti di ogni singola auto

Colazione:  Al sacco, a carico di ogni partecipante (non dimenticare la provvista d’acqua)

Attrezzatura e Abbigliamento: Abbigliamento adatto alla stagione. Sono necessari scarponi da escursionismo senza i quali non si potrà partecipare all’escursione. Portare anche scarpe di ricambio per poterle indossare a fine escursione ed evitare così di sporcare l’auto nella quale si è ospiti. Consigliati bastoncini da trekking. Non è un percorso idoneo a bambini inferiori a 10 anni. Non è un percorso adatto ai cani di media/grossa taglia.

Contributo: Non Soci 5 Euro – Soci 3 Euro. Il contributo comprende l’assicurazione contro infortuni.

[trebi-a3 loc=”615″ c1=”ffffff” c2=”ffffff” c3=”cccccc” b1=”3b3b3b” b2=”000000″ b3=”000000″]

Descrizione e Programma:

Da Ciaculli, via SP 38 raggiungeremo Belmonte Mezzagno, da cui per Via Beveratoio Vecchio, alla Portella di Palermo, a quota m 545. Si percorre la carrareccia forestale che risale prima le pendici sud-occidentali (Jencheria) di Monte Grifone, portandosi poi sulle dorsali sommitali e quindi sulla vetta. Ritorno per lo stesso percorso.

Fascia altimetrica: bassa montagna e alta collina Q/q (m) = 832/545.

Monte Grifone (832 m di altitudine s.l.m.) è uno dei monti della Conca d’Oro, importante punto di orientamento per i Palermitani, per i quali rappresenta il limite meridionale della città. Guardando infatti dal centro di Palermo verso S si osserva la sagoma inconfondibile del monte, che sembra porsi come ultimo rilievo della Conca d’Oro in quella direzione.

In realtà l’arco di monti che circonda la città si prolunga ad E, ma tale prolungamento è visibile solo dalle aree costiere della città (Arenella, Acquasanta, Porto, Sant’Erasmo, Costa di Levante) proprio perché Monte Grifone ne copre la vista, se si guarda da altri luoghi, nascondendo sia il rilievo meridionale dello stesso monte, costituito da Monte Santa Caterina (m 690) e dalla sua dorsale orientale di Portella Larga (m 548), sia quello isolato della Montagna Grande di Misilmeri e Villabate (m 645) che raccordandosi nella località Portella di Gibilrossa (m 318) all’arco della Conca d’Oro, ne costituisce l’ultimo rilievo ad oriente.

Si rientra a Palermo intorno alle ore 16.

Organizzato da: WWF Sicilia Nord Occidentale Modalità di gestione delle escursioni: clicca qui

1) Per ogni escursione si chiederà a tutti i partecipanti un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa. In pratica si chiederà ai soci un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa pari a 1 €, pertanto l’importo complessivo per i soci sarà pari a 3 Euro (2 € per l’assicurazione, 1 € per il contributo aggiuntivo). Ai non soci si chiederà un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa pari a 3 €, pertanto l’importo complessivo per non i soci sarà pari a 5 Euro (2 € per l’assicurazione, 3 € per il contributo aggiuntivo). Per i partecipanti età fino a 12 anni non è richiesto alcun contributo al WWF ma solamente la quota assicurativa di 2 €.
Occorrerà che i partecipanti diano i loro dati anagrafici se non già in possesso del WWF, questi serviranno per formalizzazione della copertura assicurativa.

Gli spostamenti verso il luogo d’inizio delle escursioni avverranno con le auto dei partecipanti che vorranno metterle a disposizione. Il WWF Sicilia Nord Occidentale non garantisce pertanto il trasferimento verso il luogo d’inizio dell’escursione ai partecipanti che non saranno riusciti a trovare un posto nelle auto disponibili.

Si cercherà di viaggiare a pieno carico di passeggeri per evitare inutili sprechi di carburante.

Il proprietario di ogni singola auto concorderà con i passeggeri ospitati l’entità del rimborso carburante dovutogli, quindi ogni partecipante avrà l’onere di un’ulteriore quota aggiuntiva “carburante” oltre il contributo al WWF e la quota assicurativa, da devolvere direttamente all’autista dell’auto in cui è ospitato.

Escursione: Cozzo Di Paola, Monti di Billiemi, Palermo

Escursione di Domenica 22 Aprile 2018

LE EROSIONI SUPERFICIALI DI COZZO DI PAOLA (408 m), Palermo

Referenti escursione: Cipriano Di Maggio, Pino Casamento (349 1597344)

Riferimento per gli appuntamenti: Pietro Ciulla (338 1864718)

Difficoltà: media-facile

Lunghezza del percorso: 13 Km circa

Tipo di suolo: strade sterrate, brevi tratti di sentiero e di terreno roccioso

Tempo di percorrenza: 5 ore di cammino

Dislivello totale accumulato: 380 m circa – Fascia altimetrica: collina Q/q=658/363

Appuntamento: Piazzale Giotto , lato via Giotto ore 8.15 con partenza ore 8.30.

Mezzi: per il raggiungimento del punto d’inizio dell’escursione useremo le auto private, le spese di viaggio verranno condivise fra gli occupanti di ogni singola auto (percorso auto a/r circa 40 km con tratto di sterrata finale)

Spese di viaggio: Le spese di viaggio verranno condivise fra gli occupanti di ogni singola auto

Colazione: Al sacco, a carico di ogni partecipante (non dimenticare la provvista d’acqua)

Attrezzatura e Abbigliamento: Abbigliamento adatto alla stagione. Sono necessari scarponi da escursionismo senza i quali non si potrà partecipare all’escursione. Portare anche scarpe di ricambio per poterle indossare a fine escursione ed evitare così di sporcare l’auto nella quale si è ospiti. Consigliati bastoncini da trekking.

Contributo: Non Soci 5 Euro – Soci 3 Euro. Il contributo comprende l’assicurazione contro infortuni. Per questa escursione iscrivendosi all’Associazione (30€), la partecipazione sarà gratuita.

[trebi-a3 loc=”7351″ c1=”ffffff” c2=”ffffff” c3=”cccccc” b1=”3b3b3b” b2=”000000″ b3=”000000″]

I Monti di Billiemi visti da Monte Cuccio

Descrizione e Programma:

La collina di Cozzo Di Paola, sui rilievi nord-occidentali della Conca d’Oro, presenta, sul dosso sommitale e sui fianchi, un esteso affioramento di rocce carbonatiche, su cui i fenomeni atmosferici agiscono intensamente creando particolari forme superficiali tipiche dei terreni carsici. Con la guida del prof. Cipriano Di Maggio, impareremo ad osservare il terreno roccioso su cui riconoscere la varia tipologia di tali forme di erosione superficiale. Il lungo percorso in quota attraversa estese aree interessate da rimboschimenti forestali ed offre continue viste panoramiche sulla Conca d’Oro e in particolare sulla Piana dei Colli e sui versanti di Monte Pellegrino e Monte Gallo ad essa rivolti.

Per l’occasione saremo accompagnati da un esperto, il prof. Cipriano Di Maggio, geomorfologo, UNIPA

Raduno dei partecipanti alle ore 8:15 a Piazzale Giotto. Partenza ore 8:30 con auto proprie per via Leonardo da Vinci, Via Castellana e SP1 fino a Portella Torretta (Bellolampo), da cui per strada forestale fino all’ingresso del Demanio Billiemi, nei pressi di Pizzo Femmina Morta, m 617.

Percorso a piedi. Entrando nel Demanio Billiemi, si va a N e ad E per la viabilità principale, che si snoda tortuosa alla base SE di Monte Castellaccio (la sua vetta, la più alta dei Monti di Billiemi, raggiunge m 890) fino al pianoro, m 658, presso Pizzo Cardillo. Qui si va a dx per Casa Trippatore e per la strada forestale che aggira Cozzo San Rocco (dosso sommitale, m 731) per le sue pendici orientali (Cozzo del Monaco e Serra Carrubella); si scende poi su sentiero al fondovalle di Piano Cardone, giungendo in prossimità delle rovine di Casa Isca, m 372, da cui, superando il Vallone Guggino, m 350, si prosegue fino alla punta SE di Cozzo Di Paola, m 360. Per il ritorno si risale passando per il dosso sommitale di Cozzo Di Paola, m 408, da cui si prosegue su sentiero fino in vista di Cozzo Finocchio e del Vallone Ferraloro. Ripresa la strada forestale si aggira dall’alto il Piano Cardone e si riprende l’anello stradale di Cozzo San Rocco, che riporta alla viabilità principale e al cancello di uscita dal Demanio.

Si rientrerà a Palermo intorno alle ore 17.

Fenomeni di erosione carsica a Cozzo Di Paola

Modalità di gestione delle escursioni: clicca qui

1) Per ogni escursione si chiederà a tutti i partecipanti un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa. In pratica si chiederà ai soci un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa pari a 1 €, pertanto l’importo complessivo per i soci sarà pari a 3 Euro (2 € per l’assicurazione, 1 € per il contributo aggiuntivo). Ai non soci si chiederà un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa pari a 3 €, pertanto l’importo complessivo per non i soci sarà pari a 5 Euro (2 € per l’assicurazione, 3 € per il contributo aggiuntivo). Per i partecipanti età fino a 12 anni non è richiesto alcun contributo al WWF ma solamente la quota assicurativa di 2 €.
Occorrerà che i partecipanti diano i loro dati anagrafici se non già in possesso del WWF, questi serviranno per formalizzazione della copertura assicurativa.

Gli spostamenti verso il luogo d’inizio delle escursioni avverranno con le auto dei partecipanti che vorranno metterle a disposizione. Il WWF Sicilia Nord Occidentale non garantisce pertanto il trasferimento verso il luogo d’inizio dell’escursione ai partecipanti che non saranno riusciti a trovare un posto nelle auto disponibili.

Si cercherà di viaggiare a pieno carico di passeggeri per evitare inutili sprechi di carburante.

Il proprietario di ogni singola auto concorderà con i passeggeri ospitati l’entità del rimborso carburante dovutogli, quindi ogni partecipante avrà l’onere di un’ulteriore quota aggiuntiva “carburante” oltre il contributo al WWF e la quota assicurativa, da devolvere direttamente all’autista dell’auto in cui è ospitato.