MARISA BATTAGLIA, MOSTRA PERSONALE DI PITTURA “ORETO: LE RADICI NELL’ACQUA”

Share

2-10 DICEMBRE 2016, ISTITUTO SALESIANO DON BOSCO – VIA LIBERTA’, 199 PALERMO

Orari della mostra: 10-13 16,30-19,00 – sabato: 10-13

marisabattagliaL’inaugurazione avverrà il 2 dicembre alle ore 10,00 e sarà preceduta dalla presentazione della mostra foto-cartografica sul fiume Oreto del WWF Sicilia Nord Occidentale

Marisa Battaglia, artista autodidatta, vive ed opera a Palermo. Ha frequentato la Scuola Libera di nudo, ed è stata allieva della Prof.ssa Laura Giambarresi e del pittore Giuseppe Tinì. Predilige il paesaggismo che rappresenta con intenso lirismo e che ha utilizzato per raccontare il percorso del fiume Oreto, dalle sorgenti, fino alla foce.

Ha partecipato a diverse mostre personali e collettive a livello nazionale ed internazionale. E’ stata, altresì ospite d’onore al Salon international des rencontres picturales presso la Mairie di Parigi nel 2003.

Da una visita guidata del WWF alla scoperta del fiume Oreto, fatta nel 2009, è nata l’idea di raccontare ciò che avevano visto i miei occhi. L’Oreto, per me e purtroppo per molti palermitani, è poco più di un rigagnolo, che scorre fino al mare Tirreno, riportando nel suo letto di cemento tutto ciò che vi abbiamo buttato dentro. Ma in qualche luogo ameno, questo rigagnolo deve nascere ancora come acqua pura e allora ho voluto cercare e visitare i luoghi, per vedere e per trovare il fiume in purezza. L’ho trovato…risalendo colline e cime e piedi di montagne.

Grazie alla collaborazione dell’Istituto Salesiano Don Bosco, alla partecipazione delle docenti di scienze e storia dell’arte dei corsi classico-scientifico dello stesso istituto, nonché al contributo organizzativo del WWF Sicilia Nord Occidentale, è stato pensato un progetto didattico che coinvolgesse gli studenti per la diffusione della conoscenza del nostro fiume.

Con il progetto Oreto, il WWF Sicilia Nord Occidentale propone di approfondire e diffondere la conoscenza del territorio pertinente il bacino del fiume Oreto, attraverso un percorso di visite ed escursioni, oltrechè di coinvolgimento partecipativo dell’attenzione pubblica alle problematiche ambientali ad esso correlate.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento