Feb 13 2018

Incontri del Venerdì con il WWF: Davide Bonaviri ci parlerà di Tartarughe Marine

Share

Per gli Incontri del Venerdì con il WWF, venerdì 16 febbraio dalle ore 18:00 presso la sede di Via Malaspina 27 a Palermo, Davide Bonaviri, ambientalista,  attivista e volontario del WWF Italia, ci parlerà di Caretta caretta ovvero la tartaruga marina del nostro Mar Mediterraneo. 

Anche questa presentazione rientra nell’ottica del progetto #GenerazioneMare del WWF Italia che vuole sensibilizzare i cittadini, le amministrazioni e gli enti locali al rispetto dell’ambiente marino e costiero soprattutto nel Mediterraneo che sta subendo un degrado ambientale sia dovuto alle attività umane che indirettamente anche dai cambiamenti climatici in corso.
Per approfondire: http://www.wwf.it/mediterraneonew.cfm 

La tartaruga marina è da sempre la specie simbolo sulla quale si concentra l’impegno del WWF per il mare. Caretta caretta, Chelonia mydas e Dermochelys coriacea sono le tre specie che popolano le acque del Mediterraneo. La Caretta è però l’unica che depone le sue uova lungo le coste italiane ed i mari attorno alla penisola rivestono grande importanza per le popolazioni del bacino.

Le tartarughe marine sono oggi seriamente minacciate dall’uomo: la cementificazione, il degrado delle coste e dei litorali prescelti per la nidificazione e soprattutto l’impatto con i sistemi di pesca costituiscono le principali minacce per questa specie, basti pensare alle reti a strascico, agli ami dei palangari ed alle reti fisse, dalle quali un gran numero di tartarughe viene catturato accidentalmente, causando la morte di più di 40.000 tartarughe l’anno.

Il WWF svolge da anni attività finalizzate alla ricerca ed alla conservazione delle tartarughe marine tramite un network di operatori e di centri di recupero presenti in varie regioni italiane, la cui attività, regolarmente autorizzata dal Ministero dell’Ambiente, consiste nella riabilitazione di singoli individui recuperati, nella sensibilizzazione di categorie coinvolte nella salvaguardia di questi animali, nella marcatura degli esemplari rilasciati, nella salvaguardia dei siti di nidificazione.

Ogni anno sono oltre 500 le tartarughe marine curate presso i centri di recupero convenzionati con il WWF di Policoro, Molfetta, Lampedusa, Favignana e Torre Guaceto e sono centinaia i volontari che partecipano ai campi estivi dedicati a monitoraggio e sorveglianza delle nidificazioni in Sicilia, Basilicata, Calabria, Puglia e Toscana, nelle aree storicamente interessate dalle deposizioni. Attività di recupero e di studio delle tartarughe si svolgono anche in Friuli, coordinata dagli operatori dell’Oasi WWF di Miramare ed in Veneto.

http://www.wwf.it/tartarugamarina/

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

Print Friendly, PDF & Email

Permanent link to this article: http://www.wwfsicilianordoccidentale.it/news/incontri-del-venerdi-wwf-davide-bonaviri-ci-parlera-tartarughe-marine/

Lascia un commento