ARPA: pubblicato report allarmante sulla situazione delle acque dei fiumi siciliani

Share

Riceviamo e pubblichiamo da ARPA SICILIA

DISPONIBILI I RISULTATI DEL MONITORAGGIO E DELLA VALUTAZIONE DELLO STATO ECOLOGICO E CHIMICO DELLE ACQUE DEI FIUMI SICILIANI

Il monitoraggio ha indagato parametri ed indicatori ecologici, idrologici e chimico-fisici, necessari a valutare lo Stato Ecologico e Stato Chimico delle acque dei fiumi, valutazioni che consentono di definire lo Stato di Qualità oltre che le variazioni nel periodo 2011-2018.

L’intensa attività di monitoraggio nel periodo 2017-2018, possibile grazie ad una Convenzione tra ARPA Sicilia e il Dipartimento Regionale Acque e Rifiuti, ha integrato i monitoraggi svolti dal 2011 da ARPA Sicilia, consentendo all’Autorità di Bacino di disporre dei dati necessario al processo di revisione del Piano di Gestione del Distretto Idrografico della Sicilia (PdG) e all’individuazione delle misure di risanamento idonee e necessarie per i corpi idrici che non hanno raggiunto lo stato ecologico e/o chimico buono.

Il monitoraggio nel periodo 2011-2018 ha consentito la valutazione dello stato ecologico per 74 dei corpi idrici e per 81 dello stato chimico, pari rispettivamente al 50% e 55% dei corpi idrici monitorabili e non salati, oltre che l’individuazione dei vari parametri che hanno determinato il mancato raggiungimento di stato “buono” come previsto dalla normativa.
Per un ulteriore gruppo di corpi idrici intermittenti (ossia un corso d’acqua temporaneo con acqua in alveo per più di 8 mesi all’anno) è stato possibile valutare lo stato ecologico per un totale di 118 corpi idrici pari all’80% dei corpi idrici monitorabili e non salati.

I risultati complessivi mostrano che:

I corpi idrici con stato ecologico non buono rappresentano l’85% dei casi, nessun caso di stato elevato e soltanto il 15% con classe buono. Tale situazione è attribuibile principalmente ad elementi biologici, in particolare a macroinvertebrati e macrofite e nel caso dei fiumi perenni alla fauna ittica. I risultati mostrano come i corpi idrici con stato ecologico non buono, insistono, ad eccezione dei fiumi perenni, in zone dove è più alta la pressione antropica, considerazione che dovrebbe orientare le future programmazioni in materia di azioni di tutela del territorio.

Lo stato chimico, complessivamente migliore rispetto a quello biologico, risulta non buono soltanto nel 16% ed è attribuibile, nel 12% dei corpi idrici monitorati alla presenza di metalli quali nichel, mercurio, cadmio e piombo (inseriti nell’elenco delle sostanze prioritarie).

Scarica il report: RELAZIONE POA FIUMI SICILIA 

Già nel 2010 il WWF Italia nella campagna #LiberaFiumi pubblicava dati allarmanti soprattutto per il grave dissesto idrogeologico che ancora oggi non è risolto. Nel dossier del WWF è stato monitorato anche il fiume Oreto

Dossier WWF LiberaFiumi : Dossier WWF LiberaFiumi censimento maggio 2010

Print Friendly, PDF & Email

Permanent link to this article: http://www.wwfsicilianordoccidentale.it/news/arpa-pubblicato-report-allarmante-sulla-situazione-delle-acque-dei-fiumi-siciliani/

Lascia un commento