Escursione: trekking a Pizzo Parrino (977)

Share

Escursione di Domenica 29 Aprile 2018

PIZZO PARRINO (977 m), Marineo Palermo

Referenti escursione: Pippo Lo Cascio (349 747 2642)

Riferimento per gli appuntamenti: Pietro Ciulla (338 1864718)

Difficoltà: media

Lunghezza del percorso: 8 Km circa

Tipo di suolo: sentieri forestali, brevi tratti di terreno roccioso

Tempo di percorrenza: 4 ore di cammino

Dislivello totale accumulato: 500 m circa

Appuntamento: Via Ernesto Basile, piazzale antistante fermata metro’ Orleans ore 8.30 con partenza ore 8.45.

Mezzi: per il raggiungimento del punto d’inizio dell’escursione useremo le auto private, le spese di viaggio verranno condivise fra gli occupanti di ogni singola auto (percorso auto a/r circa 90 km con tratto di sterrata finale)

Spese di viaggio: Le spese di viaggio verranno condivise fra gli occupanti di ogni singola auto

Colazione: Al sacco, a carico di ogni partecipante (non dimenticare la provvista d’acqua)

Attrezzatura e Abbigliamento: Abbigliamento adatto alla stagione. Sono necessari scarponi da escursionismo senza i quali non si potrà partecipare all’escursione. Portare anche scarpe di ricambio per poterle indossare a fine escursione ed evitare così di sporcare l’auto nella quale si è ospiti. Consigliati bastoncini da trekking.

Contributo: Non Soci 5 Euro – Soci 3 Euro. Il contributo comprende l’assicurazione contro infortuni. Per questa escursione iscrivendosi all’Associazione (30€), la partecipazione sarà gratuita.


Meteo Marineo

Descrizione e Programma:

L’areale interessato dal Pizzo Parrino (m. 977), è compreso tra gli abitati di San Cipirello e San Giuseppe Jato (ad Ovest) e Marineo (ad Est), fra le cui cime più elevate figurano Monte Jato (m. 852), Monte Pagnocco (m. 899), Serra della Ginestra (m. 1099), Cozzo della Spirda (m. 905), Monte Kumeta, (m. 1233), Monte Maganoce (m. 902) e Monte Rossella (m. 1029).

Su Pizzo Parrino dominano gli aspetti di prateria ad ampelodesma e di vegetazione secondaria, nel cui ambito sono stati effettuati impianti forestali artificiali, di conifere estranee al territorio (generi Pinus, Cupressus, ecc.), assai sporadici risultano i lembi forestali naturali. Il paesaggio vegetale è caratterizzato dal leccio che svolge un ruolo pioniero.

Si tratta di un’area di notevole interesse faunistico e floristico, con aspetti di vegetazione in parte peculiari, come nel caso delle comunità rupicole, nel cui ambito è rappresentato un elevato numero di specie vegetali endemiche. Il lungo rilievo montuoso risulta essere un’area con varie tipologie ambientali che determinano ricchezza faunistica; numerose le specie di rapaci stanziali o migratrici.

Lungo la statale 118 dopo il centro di Marineo, deviando sulla destra prima del lago dello Scanzano e proseguendo per una strada asfaltata, si raggiungono le pendici del Pizzo Parrino, dove resistono sporadiche macchie boschive, relitti dell’antica foresta che un tempo si univa con quella di Ficuzza, il cui piano arboreo è dominato dal castagno e della roverella.

Alcune aree erano un tempo coltivate, infatti è facile trovare tra la vegetazione spontanea è il carrubo, pistacchio, sorbo, noce e pero. La fauna presente è costituita da volpi, donnole, istrici, cinghiali, conigli, lepri, volatili in gran parte rapaci e rettili. In cima al Pizzo Parrino vi sono dei grandi basamenti calcarei probabilmente costruiti in età borbonica.

Dalla cima del rilievo si godono bellissimi squarci panoramici sulle sottostanti vallate ed in particolare dalla sommità principale da dove si scorge il paese di Marineo, la massiccia sagoma della Rocca Busambra e la folta macchia verde dei Boschi di Ficuzza e del Cappelliere.

Si rientrerà a Palermo intorno alle ore 17.30

Modalità di gestione delle escursioni: clicca qui

1) Per ogni escursione si chiederà a tutti i partecipanti un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa. In pratica si chiederà ai soci un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa pari a 1 €, pertanto l’importo complessivo per i soci sarà pari a 3 Euro (2 € per l’assicurazione, 1 € per il contributo aggiuntivo). Ai non soci si chiederà un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa pari a 3 €, pertanto l’importo complessivo per non i soci sarà pari a 5 Euro (2 € per l’assicurazione, 3 € per il contributo aggiuntivo). Per i partecipanti età fino a 12 anni non è richiesto alcun contributo al WWF ma solamente la quota assicurativa di 2 €.
Occorrerà che i partecipanti diano i loro dati anagrafici se non già in possesso del WWF, questi serviranno per formalizzazione della copertura assicurativa.

Gli spostamenti verso il luogo d’inizio delle escursioni avverranno con le auto dei partecipanti che vorranno metterle a disposizione. Il WWF Sicilia Nord Occidentale non garantisce pertanto il trasferimento verso il luogo d’inizio dell’escursione ai partecipanti che non saranno riusciti a trovare un posto nelle auto disponibili.

Si cercherà di viaggiare a pieno carico di passeggeri per evitare inutili sprechi di carburante.

Il proprietario di ogni singola auto concorderà con i passeggeri ospitati l’entità del rimborso carburante dovutogli, quindi ogni partecipante avrà l’onere di un’ulteriore quota aggiuntiva “carburante” oltre il contributo al WWF e la quota assicurativa, da devolvere direttamente all’autista dell’auto in cui è ospitato.

Print Friendly, PDF & Email

Permanent link to this article: http://www.wwfsicilianordoccidentale.it/cosa-facciamo/escursionismo/escursione-trekking-a-pizzo-parrino-977/

Lascia un commento