WWF Natura #PlasticFree: oltre 50 tra volontari e cittadini ridanno la vita ad una spiaggia ricoperta di plastica

L’Aciddara è #PlasticFree ! Sembrava un’impresa impossibile, ma ce l’abbiamo fatta !!!

Oltre 50 tra attivisti e cittadini e tanti bambini hanno partecipato con entusiasmo oggi a questa grande giornata #PlasticFree 103 sacchi di plastica 4 di indifferenziato e materiale sfuso vario.

Oggi sabato 9 marzo 2019 è stata una bellissima giornata di sole e di puro amore per il nostro territorio, per il nostro ambiente e per la nostra Associazione. 

Alle 10 già la spiaggia era piena di cittadini che si sono dati appuntamento tramite i social, stimolati dagli attivisti e volontari della nostra O.A. Sicilia Nord Occidentale che hanno solo dato il via.

Nel momento in cui si è presentato davanti questo scenario terribile di una spiaggia RICOPERTA DI PLASTICA abbiamo provato iniziale scoramento a vedere tanto degrado… MAI CI ERA CAPITATO PRIMA DI VEDERE DA VICINO UNA SPIAGGIA TUTTA RICOPERTA DI PLASTICA… TUTTA !!

Ma non ci siamo tirati indietro e forti della nostra perseveranza e della sfida che quella spiaggia così degradata ci ha offerto, in meno di 2 ore la spiaggia è stata liberata dalla peste… il “prato” di plastica è adesso solo un ricordo (ce lo auguriamo per il futuro).

Adesso la spiaggia è ritornata alla sua stupenda naturalità: una spiaggia ricca di biodiversità, con un aspetto retrostante dunale di  indubbia valenza naturalistica, con la presenza di una consistente prateria di POSIDONIA OCEANICA testimoniata dall’enorme banquette che ricopre la spiaggia che E’ SINTOMO DI BUONA SALUTE DEL MARE ANTISTANTE.

Adesso quindi l’Aciddara è ritornata ad essere una bellissima spiaggia come meritava.

Siamo stati grandi, tutti, organizzatori e cittadini, grandi e bambini, vicini e lontani… si perchè alla pulizia hanno partecipato anche simpatizzanti che venivano finanche da Capo d’Orlando apposta per dare una mano, come pure una cittadina spagnola di Barcellona che lavora a Palermo, Martì che salutiamo con grande affetto.

A loro va tutta la nostra stima, ma a tutti un grande grazie perchè la partecipazione a queste iniziative in maniera così massiccia ci fa pensare che la stima nei confronti del “Panda” è grande e i nostri obiettivi di educazione ambientale apprezzati.

Ma non ci fermiamo mai… La battaglia contro la peste del millennio è ancora lunga.

Adesso tocca ai cittadini far rispettare questo stupendo ambiente costiero e alle istituzioni sorvegliare su chi provoca tali disastri ambientali: diportisti, pescatori poco onesti, cittadini disattenti… ma tutti possiamo cambiare… COME E’ CAMBIATA LA SPIAGGIA OGGI TUTTI NOI POSSIAMO CAMBIARE BASTA VOLERLO.

Noi la nostra parte l’abbiamo fatta.

Alla prossima #PlasticFree quindi… che sarà Favignana, domenica 17 marzo prossimo.

Segue la straordinaria galleria delle foto in sequenza oraria…. DAL DEGRADO ALLA RINASCITA

GRAZIE A TUTTI ! 

Il Video iniziale… di come abbiamo trovato la spiaggia

[ngg src=”galleries” ids=”63″ display=”basic_thumbnail”]

 

Spiagge #PlasticFree: sabato 9 marzo ripuliamo l’Aciddara a Santa Flavia

Nell’ambito del Progetto del WWF Italia Natura #PlasticFree Sabato 9 Marzo 2019 alle ore 10:00 presso la Spiaggia Aciddara del Comune Di Santa Flavia il Wwf Sicilia Nord Occidentale insieme alle associazioni locali, i cittadini e in collaborazione con l’amministrazione comunale effettuerà una mattinata di educazione ambientale in spiaggia durante la quale sarà effettuata la raccolta della plastica che si è arenata sulla bellissima spiaggia del litorale palermitano.

Si invitano cittadini, residenti e non a venire muniti di un paio di guanti in cotone da giardinaggio e di tanta buona volontà per dimostrare che cambiare si può.

PORTATE I BAMBINI ! SONO LORO CHE SALVERANNO QUESTA NOSTRA MADRE TERRA !

Durante l’evento saranno comunicate le azioni del WWF contro la PLASTICA, la nuova peste del nostro secolo che ammorba i mari, l’ambiente e la natura.

La guerra contro la plastica è iniziata… basta poco per vincerla ! Arruolati nell’esercito di chi ama la natura e l’ambiente. Vieni anche tu !

Per raggiungere la spiaggia da Palermo: uscire dall’autostrada svincolo Casteldaccia e ritornare dalla statale SS113 verso Palermo, dopo l’hotel Zagarella a pochi centinaia di metri c’è l’ingresso del cimitero di Santa Flavia. Parcheggiare nel piazzale antistante il cimitero e recarsi a piedi nella spiaggia. Ecco il link di google maps per raggiungere il sito: https://goo.gl/maps/Ed6zuX22j192

Questa è la situazione fotografata il 4 marzo scorso: 

WWF a Favignana: 17 marzo Trekking, Natura #PlasticFree e visita al Centro Tartarughe

Domenica 17 marzo 2019 evento a Favignana, escursione sul Monte Santa Caterina, visita al Centro Tartarughe e evento WWF Natura #PlasticFree !

Partner dell’evento:

Isole Egadi – Comune di Favignana
Area Marina Protetta Isole Egadi
Centro di Primo Soccorso per tartarughe marine AMP Isole Egadi
WWF SUB (Save UnderWater Biodiversity) https://sub.wwf.it

Referente escursione: Giorgio De Simone  331 603 1490 

Referente evento #PlasticFree: Lino Campanella 324 834 3170

Riferimento per gli appuntamenti: Pietro Ciulla 338 186 4718

Difficoltà: facile, Leggera faticosità all’andata, per percorso costantemente in salita.

Lunghezza del percorso: 6 Km circa

Tipo di suolo: stradella, sentiero più o meno agevole

Tempo di percorrenza: 7 ore compreso le soste

Dislivello: 300 mt circa

Appuntamento: Parcheggio Giotto, lato via Giotto, Palermo ore 7.00 partenza ore 7.15. NON NECESSITA PRENOTAZIONE. PARTECIPA CHI SI PRESENTA ALL’APPUNTAMENTO.

Mezzi: per il raggiungimento del punto d’inizio dell’escursione useremo le auto private fino al porto di Trapani quindi la nave Siremar per Favignana. Al ritorno Aliscafo Liberty Lines.

L’ESCURSIONE SI EFFETTUA SOLO SE VERRANNO GARANTITE LE CORSE DI RITORNO

Spese di viaggio: Le spese di viaggio verranno condivise fra gli occupanti di ogni singola auto (Palermo-Trapani porto 6 euro circa a persona, 220 km a/r) 

Colazione: Al sacco, a carico di ogni partecipante (non dimenticare la provvista d’acqua) oppure possibilità di consumare pasto in loco dopo l’escursione.

Attrezzatura e Abbigliamento: Abbigliamento adatto alla stagione. Sono necessari scarponi da escursionismo senza i quali non si potrà partecipare all’escursione. Portare anche scarpe di ricambio per poterle indossare a fine escursione ed evitare così di sporcare l’auto nella quale si è ospiti. Consigliati bastoncini da trekking. Non è un percorso adatto ai cani.

Contributo: Non Soci 5 Euro – Soci 3 Euro. Il contributo comprende l’assicurazione contro infortuni.

[trebi-a3 loc=”2727″ c1=”ffffff” c2=”ffffff” c3=”cccccc” b1=”3b3b3b” b2=”000000″ b3=”000000″]

Descrizione, Programma e Costi:

Si parte dal parcheggio Giotto di Palermo puntualmente alle ore 7:15 per arrivare a Trapani Porto alle ore 8:30 circa, parcheggiate le auto (parcheggio gratuito la domenica) ci uniremo ad eventuali escursionisti arrivati da altre zone, quindi ci si imbarca nella nave SIREMAR per Favignana che parte alle ore 9:00 (costo andata € 10,72) .  Chi non arriva a prendere la nave può optare per il primo aliscafo disponibile (ore 9:40). Per il ritorno si utilizzerà il primo aliscafo disponibile (orari: 17:20/18/18:35 o 20:30, costo 10 euro circa).
RIEPILOGO COSTI: Oltre ai costi per il trasporto ricordiamo il contributo di 5 euro non soci o 3 euro soci assicurazione compresa. Chi fruisce del passaggio auto prevedere 6 euro per l’autista. Se non si porta la colazione al sacco prevedere i costi del pranzo. 

Arrivati al porto di Favignana partiremo per l’escursione al Monte Santa Caterina, la montagna più alta dell’Isola e raggiungeremo quota 314 mt salendo fino al Forte di Santa Caterina.

Questo edificio sovrasta l’Isola di Favignana ed è ben visibile già da Trapani e anche da Erice. In quasi tutte le foto panoramiche scattate a Favignana lui c’è, il Forte di Santa Caterina per alcuni impropriamente chiamato Castello. L’antico maniero, costruito sulla cima del Monte Santa Caterina, 310 mt di altezza, da cui prende il nome, ha una storia articolata come tutte le storie di Siciliana memoria. Conoscerne la storia però non è sufficiente, occorre visitarlo per comprenderla a fondo.  Nel IX secolo i Saraceni costruirono una torre di avvistamento, ma come al solito i Normanni una volta conquistato lo trasformarono in fortino, poi ampliato dall’allora Signore di Favignana Andrea Riccio nel XV secolo nella forma e dimensioni che vediamo ancora oggi. In epoca borbonica vi rinchiudevano i ribelli e successivamente fu utilizzato come presidio militare quindi successivamente abbandonato fino ad oggi.  

Visiteremo il forte dall’esterno (interno non praticabile, vietato accesso per problemi di sicurezza), quindi rientreremo al punto di partenza tramite un antichissimo sentiero forestale che parte dalla cima e prosegue verso Punta Campana poi scende per un vallone ricco di vegetazione a macchia mediterranea. Incontreremo resti di vecchie edificazioni, ormai ruderi e da questo punto osserveremo, se la giornata è tersa, uno spettacolare panorama su tutto l’arcipelago egadiano, che è anche la più grande Area Marina Protetta del Mediterraneo per estensione e un sito terrestre tutelato da Natura 2000 ZPS ITA010027 “Arcipelago delle Egadi – area marina e terrestre”.

DURANTE IL PERCORSO ESCURSIONISTICO RACCOGLIEREMO EVENTUALI RIFIUTI PLASTICI ADERENDO COME WWF ALLE INIZIATIVE DELLA CAMPAGNA NAZIONALE : “Natura #PlasticFree 2019”, questo evento ha anche lo scopo di promuovere il comportamento del Comune di Favignana e Isole Egadi come virtuoso in quanto dal 1° marzo sarà vietata la commercializzazione e quindi anche l’utilizzo di piatti, bicchieri, posate e shoppers in plastica. Il divieto è sancito nell’ordinanza sindacale numero 22 del 18 ottobre 2018.

Rientrati in paese visiteremo i nuovi locali dello Stabulario del Centro di Primo Soccorso delle Tartarughe Marine di Favignana (ingresso gratuito) sito all’interno della Tonnara Florio, chi vuole potrà visitare la Tonnara/Museo che è uno dei Musei più visitati di Sicilia (a pagamento).

Finita la visita saremo impegnati a raccogliere plastica presso l’antistante spiaggia della “Praia” che, insieme alla plastica raccolta durante l’escursione, verrà pesata e quindi differenziata per tipologia. 

Quindi a fine manifestazione apporremo, insieme alle autorità locali eventualmente intervenute, un pannello del WWF Sicilia Nord Occidentale nei pressi della Spiaggia che sensibilizza il cittadino o al turista sui danni della plastica in mare.

Il rientro a Palermo/Trapani è libero (ultimo aliscafo da Favignana a Trapani ore 20.30)

Organizzato da: WWF Sicilia Nord Occidentale 

Modalità di gestione delle escursioni: clicca qui

1) Per ogni escursione si chiederà a tutti i partecipanti un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa. In pratica si chiederà ai soci un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa pari a 1 €, pertanto l’importo complessivo per i soci sarà pari a 3 Euro (2 € per l’assicurazione, 1 € per il contributo aggiuntivo). Ai non soci si chiederà un contributo aggiuntivo alla quota assicurativa pari a 3 €, pertanto l’importo complessivo per non i soci sarà pari a 5 Euro (2 € per l’assicurazione, 3 € per il contributo aggiuntivo). Per i partecipanti età fino a 12 anni non è richiesto alcun contributo al WWF ma solamente la quota assicurativa di 2 €.
Occorrerà che i partecipanti diano i loro dati anagrafici se non già in possesso del WWF, questi serviranno per formalizzazione della copertura assicurativa.

Gli spostamenti verso il luogo d’inizio delle escursioni avverranno con le auto dei partecipanti che vorranno metterle a disposizione. Il WWF Sicilia Nord Occidentale non garantisce pertanto il trasferimento verso il luogo d’inizio dell’escursione ai partecipanti che non saranno riusciti a trovare un posto nelle auto disponibili.

Si cercherà di viaggiare a pieno carico di passeggeri per evitare inutili sprechi di carburante.

Il proprietario di ogni singola auto concorderà con i passeggeri ospitati l’entità del rimborso carburante dovutogli, quindi ogni partecipante avrà l’onere di un’ulteriore quota aggiuntiva “carburante” oltre il contributo al WWF e la quota assicurativa, da devolvere direttamente all’autista dell’auto in cui è ospitato.