Marettimo: la tre giorni di trekking del gruppo escursionismo, il report, le foto e i video

Share

Nel fantastico scenario dell’Isola di Marettimo si è svolta la tre giorni di escursionismo del WWF Sicilia Nord Occidentale che apre la stagione escursionistica 2019/2020.

Infatti già il 29 settembre prossimo è in programma la prima escursione che prevede la visita ai splendidi esemplari di Abies nebrodensis o Abeti delle Madonie specie unica a forte rischio estinzione presenti lungo il sentiero del Vallone Madonna degli Angeli in territorio di Polizzi Generosa, nella zona A del Parco delle Madonie.

Ritornando a Marettimo le tre giornate di escursionismo di sono svolte rispettando il programma prefissato e neppure le condizioni poco favorevoli del meteo hanno fermato il gruppo di escursionisti.

In 31 hanno aderito alla tre giorni, girato in lungo e in largo l’affascinante isola dell’arcipelago delle Egadi.

Sabato 21 il gruppo è partito da Trapani alle 8:20 e arrivato a Marettimo, dopo aver posato le valigie presso le strutture convenzionate, si è recato presso lo scalo vecchio dove con due mezzi nautici ha visitato alcune grotte prima di “attraccare” allo scalo maestro. Qui un bagno ristoratore nelle stupente e limpide acque ha mitigato la stanchezza della mattinata di viaggio. Dopo la colazione al sacco ci si è inerpicati nella cima di Punta Troia dove sorge il castello omonimo. Accolti dall’amico Giovanni Scaduto, custode e guida del castello il gruppo ha effettuato una accurata visita guidata a questo gioiello storico del patrimonio monumentale e naturalistico dell’intero Mediterraneo. All’interno dell’osservatorio sulla Foca Monaca il Presidente Ciulla ha salutato i partecipanti e ringraziato Giovanni per l’accurata spiegazione.

Dopo la visita si è partiti per il primo trekking da Punta Troia al paese per il sentiero omonimo. 

Rientrati in paese dopo qualche ora di relax alle 19:30 il gruppo già precedentemente avvisato, ha partecipato all’evento Tempo di Capuna, organizzato dal GAC e dal comune, una kermess gastronomica dove quattro chef, di altrettanti ristoranti dell’isola, si sono cimentati nella preparazione di una ricetta a base di questo particolare pesce azzurro. Molto gradita la degustazione da parte di tutti i partecipanti.

Domenica mattina, seconda giornata, si è effettuato uno dei classici sentieri di Marettimo, ovvero partendo dal paese si arriva alle Case Romane quindi sentiero per il semaforo e rientro ad anello al paese passando dal rifugio forestale di Carcareddi. Un sentiero entusiasmante e naturalisticamente parlando ai massimi livelli di bellezza per flora mediterranea e paesaggi spettacolari, e dalla natura ancora incontaminata.

Domenica sera il gruppo ha partecipato ad una cena sociale.

Lunedì mattina partiti alle 6:45 sotto una leggerissima pioggia presto diradata, il gruppo affronta il terzo e più impegnativo sentiero ad anello, ovvero Paese, Case Romane, sentiero per Cala Bianca quindi deviazione per Pizzo Falcone e rientro ad anello dallo spettacolare sentiero omonimo. Le nebbie autunnali e l’umidità al 100% hanno fatto di questa escursione un momento indimenticabile per chi lo ha vissuto, l’Isola ha mostrato tutta la sua bellezza nascondendo il mare sottostante con panorami dalla bellezza incomparabile.

Non è descrivibile la sensazione vissuta dai partecipanti a cui rimarrà un ricordo indelebile di questo stupendo itinerario, ma soprattutto rimarrà indelebile il ricordo di due cani che hanno accompagnato il gruppo dalla partenza all’arrivo raggiungendo anche la cima del Monte Falcone a quasi 700 slm. 

Rientrati in paese dopo aver lasciato le camere il gruppo è regolarmente rientrato a Trapani in aliscafo ma il giorno precedente per il forte vento e il maroso, ovvero domenica 22 settembre Marettimo è rimasta isolata dal mondo ricordando a tutti che la natura se vuole può metterci in difficoltà sempre e comunque ! 

Appena rientrati il sole forte batteva sulle Egadi: era destino che Marettimo riservasse all’impavido gruppo del WWF una sua faccia di solito poco conosciuta… forte della sua natura, del suo mare splendido e immenso, dei suoi venti sferzanti e continui e della calda e sincera accoglienza dei suoi pochi ma buoni abitanti. Grazie Marettimo. Torneremo presto.

Video

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento